Pioggia di critiche per i server in affitto di Battlefield 1, nessun funzione di admin e ban impossibili

mercoledì, 16 novembre 2016 17:31 GMT By Alessandro Bruni

A meno di un mese dall’annuncio del listino prezzi per il programma di “server in affitto” lanciato da Electronic Arts per Battlefield 1, i giocatori hanno potuto finalmente testare le funzionalità offerte agli “affittuari”.

Il primo bilancio, stando alle opinioni della community, è piuttosto critico.

battlefield-1-scivolata

Gli utenti lamentano infatti la limitatezza del controllo che i giocatori possono esercitare sui server presi in affitto, privi di vere funzioni amministrative che permettano di bannare giocatori scorretti o molesti, e di personalizzare davvero l’esperienza di gioco.

Gli utenti possono infatti selezionare un massimo di sei mappe da mettere in rotazione, senza però avere la possibilità di scegliere quale affrontare nella partita successiva.

Grosse critiche anche all’impossibilità di cacciare gli utenti durante le partite e di modificare i criteri per il bilanciamento delle squadre.

Ugualmente immodificabili anche altri elementi delle partite, come le armi selezionabili da ciascun giocatore o i mezzi disposti in campo durante i match.

I giocatori chiedono a gran voce che EA provveda ad “allentare” il controllo sui propri server in affitto, garantendo maggiori poteri decisionali agli utenti.

A proposito di EA, sapete che ora la piattaforma di riferimento per lo sviluppo dei titoli del publisher è il PC?

Fonte: Segment Next

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookie ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookie.
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com